Irina è Bologna e la sua provincia, è il distillato di una gastronomia che è icona dell'italia nel mondo.

 

Al nostro tavolo i protagonisti siete voi, le vostre e le mie memorie ricostruite grazie al lavoro degli artigiani della zona e di una sensibilità contemporanea.

Irina è un ristorante della tradizione vista con sguardo contemporaneo, una ricerca

della pura essenzialità di questa terra unica.

 

01

IRINA

IRINA STECCANELLA

Sono nata nella provincia modenese, ma sono cresciuta nella bolognesità, dai confini dell'impero, la scuola a Castel San Pietro, passando per il lavoro in tanti ristoranti tradizionali della città dotta.

 

Da titolare dell'Osteria Vini d'Italia ho avuto una prima folgorazione che mi ha fatto capire che la tradizione non è la mera replica di se stessa, ma una costante ricerca di attualizzazione.

Ho avuto quindi la fortuna di fare uno stage che mi ha rivoluzionato all'Osteria Francescana e uno che mi ha illuminato al Ristorante Casadonna.

Dopo due anni alla guida della cucina dell'Agriturismo Mastrosasso durante i quali ho spinto sullo sviluppo di una idea mia di cucina di territorio e tradizione ho deciso di lanciare il mio progetto.

 

Sono Emiliana e Bolognese, ho l'austerità di questa terra e il caloroso sorriso di una tavola confortevole e familiare.

02

Savigno è una destinazione unica, a cavallo fra Bologna e Modena, l'icona dei colli bolognesi, dei tartufi, della caccia e della pasta fresca.

 

Il mio menu è una raccolta di icone in evoluzione inarrestabile. Scegliete o affidatevi, ma guardatevi attorno, questo menu si appoggia su una rete di rapporti umani e territoriali, sull'amicizia, la conoscenza e il rispetto delle tradizioni e dei luoghi.

MENU

03

Il ristorante è aperto tutti i giorni dalle 12:30 alle 14:30, e dalle 19:30 alle 22:00

Chiuso il martedì e il mercoledì

CONTATTI

TELEFONO

345 160 8382

 

EMAIL

info@irinatrattoria.it

 

INDIRIZZO

Via Marconi 39

40053

Savigno, BO

SENDING YOUR MESSAGE...

THE SERVER ENCOUNTERED A PROBLEM.

MESSAGE SENT SUCCESSFULLY.

© 2018

PROTETTO DA SANTA RITA

foto di Andrea Moretti